La Nullità della Famiglia del Conte – Capitolo 38 – Stare fermi (5)

“Ahem. Mm! Signorino Neo, non ci vediamo da un po’.”

Eric si mise subito in mezzo tra Cale e Neo. Gli occhi di Neo sembrarono sconfitti.
Pensava di aver trovato una buona preda, ma ora sarebbe stato difficile darle la caccia con Eric Wheelsman presente.

“Sì, signorino Cale. Spero che sia stato bene.”

Neo salutò Eric in quel modo prima di porgere i suoi saluti alla signorina Amiru e al signorino Gilbert. Vide poi tutti loro porsi di fronte a Cale, e schioccò la lingua.

‘Immagino che lo stiano proteggendo. Anche se è una nullità, è comunque ancora dalla loro parte.’

Neo decise di non fare niente dopo aver visto i tre proteggere Cale. Eric si accorse dell’intento di Neo e si voltò lentamente a osservare Cale.

Anche lo sguardo di Neo si diresse su di lui.

“Mm.”

Neo si lasciò sfuggire inconsciamente un lamento.

Cale lo stava guardando dall’alto in basso con le braccia incrociate al petto. Gli occhi di Cale erano pieni di sprezzo. Non aveva detto niente a Neo sin da prima, ma il suo sguardo e il linguaggio del suo corpo dicevano tutto quello che era necessario.

‘Pazzo senza classe.’

A Neo ricordò lo sguardo con cui Venion lo guardava. Anche se Neo si arrabbiava quando Venion lo guardava con quello sguardo, si consolava dicendo che era lo sguardo di un nobile di rango più alto e lasciava perdere.

Cale si voltò dopo aver osservato gli occhi di Neo tremare per un po’, e guardò dietro di sé. Sentì poi il rapporto del drago nero all’orecchio.

C’era una ragione per cui aveva portato il drago nero con sé quel giorno.

  • Il registratore vocale magico è pronto.

Cale aveva chiesto al drago nero di registrare tutto quello che sarebbe successo quel giorno. Il videoregistratore richiedeva l’utilizzo di molto mana ed era difficile da mantenere per un lungo periodo di tempo, così Cale si doveva accontentare solo di una registrazione vocale.

Cale inizialmente non aveva intenzione di farlo perché il palazzo sarebbe stato pieno di maghi sensibili al mana, ma il drago nero gli aveva assicurato che non sarebbero stati scoperti fino a quando il raggio della registrazione fosse stato piccolo.

Cale decise che lo avrebbe usato in futuro per far piangere a Neo lacrime amare, prima di dirigersi verso l’entrata del palazzo. Cale era il tipo di persona che ripagava i propri debiti.*

Eric Wheelsman osservò Cale allontanarsi come un fratello orgoglioso. Stava pensando che le lettere che aveva mandato ogni giorno avessero funzionato.

D’altra parte, Gilbert e Amiru osservarono Cale con un’espressione curiosa. Cale Henituse, l’uomo che solitamente indossava solo abiti appariscenti, aveva optato per un semplice completo nero senza nessun accessorio. Anche i suoi capelli rossi erano puliti e brillavano sotto al sole.

Si stavano chiedendo se fosse perché Cale non fosse ubriaco.
Ognuno dei passi di Cale sembrava rilassato e calmo.

Amiru e Gilbert osservarono Cale voltarsi una volta raggiunta l’entrata del palazzo. Lo sguardo di Cale, che sembrava sollecitarli a raggiungerlo, era la cosa più interessante per loro.

“Signorino Neo, la vedremo dentro. Signorina Amiru e signorino Gilbert, andiamo.”

Eric stava osservando Cale con orgoglio, ma Amiru e Gilbert ebbero uno strano presentimento quando i tre si trovarono di fronte a lui.

Cale osservò le due persone confuse, così come l’orgoglioso Eric, e iniziò a parlare.

“Andiamo.”

I tre lo seguirono dentro al palazzo. Lo strano presentimento di Gilbert e Amiru continuò a crescere a mano a mano che seguivano Cale. A Cale non sembrò importare, e decise che avrebbe usato queste tre persone il più possibile quel giorno.

“Signorino Cale-nim della casata del conte Henituse sta facendo il suo ingresso in sala!”

Cale sentì la voce del domestico proclamare anche i nomi di Eric, Gilbert e Amiru mentre entrava in sala.

“Niente male.”

Si guardò intorno nell’enorme sala prima di seguire Eric. La signorina Amiru sbirciò verso Cale, prima di camminare al suo fianco e iniziare a parlare.

“Signorino Cale. In cima alla sala del banchetto vi è il posto del Principe ereditario, e i tavoli sono suddivisi in base alla regione. Il motivo per cui-”

Amiru, sul punto di spiegare la ragione per cui i tavoli fossero divisi in base alla regione, osservò l’espressione di Cale prima di cambiare ciò che stava per dire.

“Probabilmente non devo spiegarlo, non è vero?”
“La ringrazio di cuore, signorina Amiru, ma ne conosco il motivo.”

Cale osservò Amiru annuire con un’espressione incuriosita sul volto e poi dirigersi verso i tavoli della sezione nord-orientale della stanza.

Vi erano cinque tavoli all’interno della sala. Nord-est, nord-ovest, sud-ovest, sud-est e centro. Erano tutti divisi in base alle fazioni nobiliari.

‘Il Principe ereditario è bravo in questo.’

Controllava le cose da dietro le quinte per far sì che le fazioni competessero tra di loro mentre le costringeva anche a riunirsi ogni tanto. Era la specialità del Principe ereditario, ma era anche molto scrupoloso per quanto riguardava il proprio trattamento.

Il tavolo del Principe ereditario si trovava di fronte a tutti questi altri, in un luogo a circa un paio di passi più in alto rispetto al resto.

“I posti del secondo e terzo principe si trovano più in basso rispetto al suo.’

A un passo più in basso rispetto a quello del Principe ereditario vi erano i tavoli del secondo e terzo principe. Anche se questo evento era ospitato dal Principe ereditario, sarebbe stato strano per il secondo e terzo principe non partecipare a una riunione di nobili. Visto che il Principe ereditario era colui che lo aveva organizzato, si era assicurato di mostrare la differenza del loro rango.

‘Presta davvero molta attenzione a questi piccoli e inutili dettagli.’

Il Principe ereditario e, in realtà, tutte per persone in queste posizioni di potere non erano davvero il tipo di persona per Cale.

“Il nostro tavolo è il più vicino all’entrata, come mi ero aspettavo.”

Cale non rispose alla voce amareggiata di Eric. Il Palazzo della Gioia apriva l’entrata orientale come l’entrata designata, e il tavolo dei nobili della regione nord-orientale era la più vicina a essa.

Benché la regione nord-orientale avesse voce, non avevano una casata forte abbastanza da essere portavoce. Cale sollevò una mano per dare una pacca sulla spalla ad Eric.

“È una cosa buona che il nostro posto sia vicino alla porta. In più, è perfetto non avere qualcuno a cui chinare la testa al nostro posto.”

Le altre regioni avevano persone potenti al comando, come il marchese Stan, verso cui gli altri dovevano essere rispettosi e servili.

Le altre tre persone che camminavano con Cale si fermarono. Anche Cale si fermò dopo averli visti. Eric si voltò per osservare Cale per un po’, prima di iniziare finalmente a parlare.

“Signorino Cale.”

Visto che si trovavano in presenza di altre persone, Eric non chiamò Cale informalmente per nome.

“Sono felice che i miei sforzi abbiamo dato i loro frutti.”

‘Sforzi? Quali sforzi?’

Cale guardò verso Eric scioccato e confuso, ma Eric si voltò e si diresse con orgoglio verso il tavolo più vicino all’entrata.

Eric non sapeva che Cale non aveva mai letto nessuna delle sue lettere e che le aveva solo lanciate in un angolo della stanza.

“Perché si sta comportando così?”

La signorina Amiru scosse la testa alla domanda di Cale. Gilbert mostrò una reazione simile. Cale poi si strinse nelle spalle e si diresse verso il tavolo.

Ma un annuncio lo fece fermare.

“Il signorino Venion Stan della casata del marchese Stan è arrivato!”

Cale capì perché Neo Tolz non li aveva seguiti nel Palazzo della Gioia. Venion. Neo Tolz si trovava giusto alle spalle del successore del marchese Stan, Venion.

Ma a Cale non interessavano quei fessi di Neo o Venion.**

“Cale!”

Eric richiamò Cale, che aveva improvvisamente iniziato ad accelerare il passo verso il proprio posto, ma questi gli fece cenno con la mano e si sedette.

“Mm.”
“Ah, benvenuto, signorino Cale.”
“Salve, signorino Cale.”

Cale rispose brevemente a quei saluti rispettosi.

“Salve. Felice di rivedervi tutti.”

Il silenzio invase improvvisamente il tavolo, e Cale mise una mano sotto la tovaglia senza che gli altri se ne accorgessero.

‘Lo sapevo.’

Poteva sentire il corpo invisibile del drago nero tremare.

  • Sto bene. Ti ho detto che sto bene.

Cale ascoltò la voce del drago nero nella sua testa e accarezzò il suo corpo tremante. Rabbia e terrore. La mente del drago nero era invasa da entrambe. Ecco perché essere traumatizzati da giovani era così spaventoso.

Il drago nero non sapeva come rispondere a causa del trauma fisico che il corpo ricordava non allineato con la razionalità della sua mente.

  • Sto bene. Sono un drago eccezionale e potente.

Cale aveva rivelato al drago nero quando aveva detto che lo avrebbe seguito che anche Venion avrebbe potuto essere presente. Si era anche fatto promettere dal drago nero che non lo avrebbe ucciso quel giorno. Aveva anche promesso qualcos’altro al drago.

‘Più tardi. Ucciderò quel bastardo e il resto più tardi.’

Il drago nero aveva intenzione di farli a brandelli in modo da ridurli in minuscole particelle di polvere. Cale calmò il drago nero mentre ascoltava la sua voce estremamente arrabbiata. Fortunatamente, non sembrava che il suo mana stesse impazzendo a causa di questa rabbia.

Cale pensò che i draghi fossero davvero creature molto razionali. Cale pensò all’inferno che attendeva Venion e gli idioti alleati con il marchese Stan in futuro, e smise di accarezzare il drago.

Per fortuna, sembrava che il drago non sarebbe impazzito. Se lo avesse fatto, quel palazzo sarebbe stato facilmente distrutto, e Cale avrebbe anche potuto morire. Cale sospirò di sollievo prima di guardarsi attorno.

Vide il gruppo di Eric e di Venion dirigersi verso quella parte. Aveva senso, visto che il tavolo di Venion era quello nord-occidentale accanto a loro.

Tap. Tap.

Il drago nero strofinò la testa sulla gamba di Cale.

“Mm.”

Le azioni del drago nero fecero preoccupare per un attimo Cale. Incrociò lo sguardo con Eric in quel momento, che stava cercando di dirgli intensamente qualcosa con gli occhi.

‘Stai tranquillo! Stai fermo!’

Cale ignorò quei segnali. Poi si chiese come poteva far finta di non conoscere Venion. Tuttavia, quella riflessione andò a vuoto visto che Venion lo salutò per primo.

“È un po’ che non ci vediamo, signorino Cale.”

Venion Stan. Sembrava avere molte più rughe dall’ultima volta che si erano incontrati, ma indossava sempre un sorriso gentile, appropriato per un nobile. Tuttavia, Neo Tolz era dietro di lui e sembrava estremamente ansioso.

Cale sorrise in modo raggiante e iniziò a parlare.

“Salve, signorino Venion. Questa è la prima volta che ci incontriamo dall’ultima volta nel territorio del visconte Tolz.”

Il sorriso gentile di Venion si fece più marcato, mentre Neo impallidì completamente.

Il marchese Stan era uno dei quattro leader della politica del regno. Il successore di una persona simile aveva visitato la regione nord-orientale. Non solo quello, ma era andato nel territorio di un nobile di basso rango come il territorio del visconte Tolz. Ciò mostrava chiaramente che il visconte Tolz fosse parte della fazione del marchese.

Ovviamente, i nobili nord-orientali iniziarono tutti a incupirsi e anche gli altri nobili nella sala cominciarono a prestare attenzione. Il nord-est era una regione al momento senza un leader.

“Esatto. Sono andato a trovare il mio amico, il signorino Neo, e mi stavo dirigendo verso casa.”

A Venion Stan non importava degli sguardi diretti verso di lui. Non vi era nessun problema per lui andare nella regione nord-orientale. Venion stava osservando Cale, come a studiarlo, ma la sua voce era ancora gentile.

“Sì, ci eravamo detti di bere qualcosa insieme.”
“In effetti.”

Sia Cale che Venion sembravano molto calmi mentre chiacchieravano tra di loro. Tuttavia, le persone che osservavano ciò non lo erano altrettanto.

Cale guardò verso Neo Tolz, che stava sbirciando verso di lui, e iniziò a sorridere. Neo trasalì guardando quel sorriso.

“Ah, giusto. Il giorno dopo averla incontrata, signorino Venion, uno dei cavalieri del visconte Tolz è venuto a trovarmi.”

Cale iniziò a parlare a Neo con un’espressione preoccupata.

“Ho sentito che hanno saccheggiato completamente la villa. Va tutto bene?”

Le spalle di Neo sussultarono, e Cale vide gli angoli della bocca di Venion iniziare a fremere.

“L’ha saputo anche lei, signorino Venion? Ne sono certo visto che ha detto che siete buoni amici.”

Venion rispose finalmente dopo un po’. Stava parlando come al solito, ma Cale riuscì a percepire la rabbia nelle sue parole.

“…Sì, è stato molto triste venirne a conoscenza.”
“Sì. Non sa quanto era scioccato di sentirlo mentre stavo bevendo il mio drink post sbornia. Come possono aver saccheggiato completamente un posto e non lasciarsi niente dietro! Hanno detto che ha perso qualcosa di molto importante, signorino Neo?”

Le persone più irritanti al mondo erano quelle con la lingua lunga, quelli senza tatto e i virtuosi.

Cale si stava atteggiando come tutti e tre al momento. Si stava divertendo così tanto.***

Cale parlò con calore a Neo.

“Signorino Neo, si faccia forza. Siamo costretti ad affrontare situazioni così assurde almeno una volta nelle nostre vite.”
“Ah, sì. Suppongo di sì.”

Neo non riusciva nemmeno a guardare Venion, mentre rispondeva in modo casuale a Cale.

“C’è bisogno di bere per dimenticare tutto quando qualcosa di così terribile succede. Signorino Neo, ubriachiamoci questa sera. Signorino Venion, le piacerebbe unirsi a noi?”

Venion osservò con calma Cale. Aveva perso la fiducia del marchese sin da quando il drago nero era sparito. Venion diffidava dell’organizzazione che gli aveva consegnato il drago nero in base alla testimonianza dei cavalieri e le prove lasciate, ma non riusciva a togliersi il sospetto che aveva per il gruppo di Cale, che aveva trascorso la notte laggiù nello stesso momento.

Ma non aveva nessuna ragione per sospettare Cale. Ecco perché aveva deciso di parlargli per confermarlo ancora una volta.

“Se beve e ha un drink post sbornia, tutti i brutti ricordi spariranno.”

Ma vedere Cale Henituse continuare a sparare cavolate come prima fece capire a Venion che non doveva confermare niente.

“La ringrazio per l’invito, signorino Cale. Magari la prossima volta.”
“Ah, che peccato, ma immagino che sia per la prossima occasione.”

Venion superò Cale. Facendo ciò, sentì Cale parlare a Neo.

“Il suo cavaliere era estremamente pallido, signorino Neo. Si sarebbe dovuto preparare in anticipo per una situazione di questo tipo. Come ha potuto perdere tutti quegli oggetti di valore in una volta sola? Su col morale. Potrebbe anche non recuperare mai ciò che ha perso, quindi cosa può fare a riguardo? Deve solo continuare a vivere.”

‘Sigh. Che nullità.’

Venion sorrise ai nobili che lo stavano osservando dopo aver sentito che era stato a nord-est, e trattenne la propria rabbia.

‘Quello stupido drago e quel figlio di puttana paralizzato. Dove sono finiti?’

Venion guardò avanti mentre camminava. Dopo aver sbirciato Venion allontanarsi, Cale diede le spalle a Neo, pallido, senza nessuna esitazione. Ovviamente, disse un’ultima cosa a Neo prima di farlo.

“Su col morale.”

Cale sapeva che Neo sarebbe stato massacrato a parole da Venion.

“Signorino Cale-”

Cale osservò Eric, che sembrava voler dire un sacco di cose ma non sapeva come, prima di sedersi di nuovo.

  • È il mio turno adesso.

Cale annuì dopo aver sentito la voce del drago nero, e guardò intorno al tavolo. I nobili nord-orientali lo stavano tutti osservando. Questa era probabilmente la prima volta che vedevano una così normale versione di Cale. Ecco perché Cale afferrò una bottiglia d’alcol di fronte a lui per essere all’altezza delle loro aspettative.

Guardarono altrove quasi in modo istantaneo.
Questa era la forza di una nullità.

Tuttavia, le persone degli altri tavoli stavano ancora osservando Cale con curiosità. Cale ignorò i loro sguardi mentre passava la bottiglia a Eric.

“Berrò dopo.”
“…Va bene.”

Cale distolse lo sguardo da Eric, che gli stava rispondendo in modo informale per la prima volta da quando erano entrati a palazzo, e guardò verso l’orologio all’entrata della sala. Sarebbe arrivato presto il momento dell’inizio del banchetto. Ecco perché tutti i nobili si diressero al proprio posto.
La ragione era ovvia.

Con l’entrata di Venion Stan, anche le restanti tre potenti famiglie entrarono.

“Il signorino Antonio Gyerre della casata del duca Gyerre è arrivato!”

Antonio Gyerre della famiglia ducale Gyerre, la signorina Karin Orsena della famiglia ducale Orsena, e il marchese Ailan, l’altro marchese del regno.

Tutti loro entrarono in sala con dietro i loro subordinati. La porta si chiuse dopo che tutti erano entrati, ma nessuno si alzò per chiacchierare con loro.

Cale si appoggiò comodamente sulla sedia e guardò verso l’entrata della sala da banchetto. L’orologio si stava avvicinando alle cinque di pomeriggio.

Click. Click.

L’orologio raggiunse le cinque di pomeriggio.

Screeeeech-

L’enorme porta si aprì e i protagonisti di questa assemblea fecero la loro comparsa con il proprio seguito.

Il domestico era pronto ad annunciare con un tono di voce più alto rispetto a quanto fatto tutta la notte, ma la persona di fronte sollevò la mano per fermarlo.

Il Principe ereditario del Regno di Roan, il primogenito del regno, Alberu Crossman.

Sembrava gli piacesse l’attenzione su di sé, mentre si stava dirigendo verso il posto più in alto senza nessun’altra introduzione. Tutti i nobili si alzarono in piedi per salutarlo, e il Principe ereditario Alberu si lasciò alle spalle il secondo e terzo principe mentre si dirigeva al posto più in alto della sala.

Bang.

Non appena si trovò di fronte al proprio posto, la porta si chiuse. Questo voleva dire che tutti erano presenti.

Il Principe ereditario Alberu guardò in basso verso il secondo e il terzo principe, così come tutti gli altri, e iniziò a parlare.

“Benvenuti. Vi ringrazio per aver risposto al mio invito.”

Questo era un luogo dove non aveva bisogno di nessuna introduzione. Alberu guardò in basso dalla cima. Cale lo osservò con sguardo assente, prima di guardare di nuovo l’orologio.

‘È quasi arrivato il momento del loro arrivo.’

La persona che sarebbe stata il gossip di tutti i nobili qui presenti per un po’ di tempo doveva ancora arrivare.

Cale sentì il Principe ereditario iniziare a parlare.

“Preziosi individui che faranno brillare questo regno, i futuri leader del nostro regno, questo principe è molto felice di avervi tutti qui a questa assemblea.”

Il Principe ereditario stava lentamente usando la sua parlantina. Fu in quel momento.

“Mmm?”

Il Principe ereditario volse il proprio sguardo verso l’entrata. La porta chiusa stava venendo spinta, come se stesse venendo riaperta. Poteva sentire del chiacchiericcio attraverso l’apertura che si era creata.

Cale iniziò a sorridere di nascosto. In quel momento, un domestico si affrettò verso il Principe ereditario da una diversa entrata.

‘Sono qui.’

Cale ne era certo.

In quel momento, il Principe ereditario sembrava perso nei propri pensieri per un attimo, prima di fare cenno a un cavaliere che stava sbirciando all’interno.

Screeeech-

L’enorme porta si aprì ancora una volta.

Visto che era dopo l’entrata del Principe ereditario, il domestico non osò annunciare il nome della persona, ma non fu necessario.

‘Giusto in tempo.’

Una sedia a rotelle entrò della sala dei banchetti.

Taylor Stan, il primogenito invalido del marchese Stan. Era arrivato alla sala del banchetto con la folle sacerdotessa Cage. In quel momento, gli sguardi di Taylor e Cage si spostarono velocemente verso Cale senza che nessuno se ne accorgesse. Ma quello fu abbastanza per i tre.

 

*I traduttori inglesi commentano –> TL: Cale sembra un Lannister. PR: Game of Thrones nerd.

**Ho tradotto chump come fessi, ma se cercate su wordreference chump è anche “fesso, zuccone, idiota, stolto”. Volevo un attimo condividere questa cosa, visto che non conoscevo questa parola u.u

***Cale è troppo, com’è possibile non adorarlo XD

 

<< Previous Chapter | Index | Next Chapter >>

Bookmark(0)

No account yet? Register

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *