La Nullità della Famiglia del Conte – Capitolo 28 – Tu… (3)

Clunk.

La carrozza iniziò a muoversi.

Meeeow.

On e Hong sbirciarono verso Cage e Taylor, seduti davanti a loro, e si attaccarono a Cale.

“Signorino Cale, sapeva qualcosa su questo evento reale?”

Cale guardò verso Taylor. Taylor stava bene rispetto alla sacerdotessa, che sembrava sofferente a causa dei postumi della sbornia. Anzi, stava anche meglio di Cale. Questo nobile dalle sembianze deboli aveva la più alta tolleranza all’alcol tra i tre. Cale iniziò a rispondere a Taylor, che lo stava osservando.

“Questa è la mia prima volta a palazzo. Sono solo stato all’assemblea dei nobili nord-orientali qualche anno fa.”

Taylor non ne stava parlando solo per iniziare conversazione. Era perché voleva condividere quell’informazione con Cale per ringraziarlo della sua generosità.

“Capisco. L’evento questa volta è per celebrare il 50esimo compleanno di Sua Maestà reale, il nostro re vigente.”
“È un festival all’insegna del divertimento per i cittadini.”

Vedendo Cale parlare come ciò non includesse se stesso, Taylor iniziò a incuriosirsi.

“Suona come se non fosse un festival adatto per il signorino Cale?”

‘Come potrebbe essere un festival che potrei godermi quando il mio cuore sembra impazzire al pensiero dell’incidente terroristico?’

Cale non lo disse ad alta voce. Era forse la sola persona a conoscenza dell’organizzazione segreta e dell’incidente terroristico che avrebbe avuto luogo.
Conoscere un fatto simile avrebbe voluto dire sentire un pesante senso di responsabilità e un mal di testa. Ovviamente, c’era una relazione tra quel senso di responsabilità e mal di testa.

‘Lo impedirò, ma me ne tirerò fuori se dovesse mettermi in pericolo o stancarmi.’

Quello era quello che Cale pensava dell’incidente terroristico. Fare abbastanza in modo da non essere infastidito. Tuttavia, qualcuno come Cale – no, Kim Rok Soo, che aveva paura della morte – non poteva semplicemente fare finta di non sapere niente.

“Non è un festival nemmeno per lei, signorino Taylor.”

Taylor, così come Cage, imbronciata a causa del post-sbornia, iniziarono a sorridere dopo aver sentito le parole di Cale.

“Lo sto considerando come il mio ultimo ostacolo prima di poter celebrare.”

Rispetto al suo aspetto gentile, Taylor era un amante del rischio. Ecco come era stata in grado di fronteggiare Venion, anche con la sua personalità etica, prima di essere attaccato.

“Signorino Cale.”
“Sì?”
“Stia attento a Sua Altezza, il Principe ereditario.”

Taylor guardò verso Cale e continuò a parlare.

“Benché io sia stato emerginato, ho ancora modo di ottenere delle informazioni nella tenuta del marchese. Anche se questa celebrazione per il 50esimo compleanno per il re è stata organizzata sin dall’inizio, il fatto di chiamare tutti i nobili insieme è qualcosa che il Principe ereditario ha suggerito.”

Taylor aveva qualche informazione sul Principe ereditario.

“Non sono certo di come le possa descrivere il Principe ereditario…”

Vedendo Taylor in difficoltà, Cale rispose con nonchalance.

“È qualcuno con una bella parlantina.”*
“Ah, sì! Ehm, volevo dire…”

Taylor, che concordò con Cale, impallidì velocemente e provò a ritirare quello che aveva detto ma, alla fine, fu costretto ad ammettere che fosse vero.

“Sì. Ha ragione. Lo sapeva già.”
“Non è un’informazione che qualcuno interessato può trovare?”
“Ovviamente. Ma è la prima volta che sento qualcuno essere così diretto come lei, signorino Cale.”

Vedendo Taylor annuire, Cale iniziò a pensare al Principe ereditario.

La parlantina del Principe ereditario.

Il Principe ereditario era molto bravo a fare i complimenti alle persone. Era anche molto bravo a complimentare queste persone in pubblico per le loro azioni e dar loro riconoscimento. Dopotutto, usava queste persone.

Ovviamente, le persone usate non avevano idea che stessero venendo usate. Una di queste vittime nel romanzo non era altri che Choi Han, la persona che il Principe ereditario eleva come suo stretto amico ed eroe.
Per un cittadino comune come Choi Han, pensò che fosse un bene che qualcuno come il Principe ereditario lo trattasse così bene. Tuttavia, per Cale – o Kim Rok Soo, che stava leggendo il romanzo – il Principe ereditario era il tipo di persona che odiava di più.

‘Il problema è che il modo in cui usa le persone è per le giuste ragioni.’

Non usava le persone per il proprio profitto o potere. Lui usava le persone per il regno, i cittadini e per rendere la nazione migliore.

‘Immagino che sia troppo dire che ‘usa’ le persone.’

Piuttosto che usare, era quasi più chiedere il loro aiuto. Il Principe ereditario non dava ordini usando la sua superiorità, ma invece chiedeva loro su uno stesso livello.

Usava quella sua persuasione per complimentarli un sacco per poi dare un motivo davvero triste che le persone non potevano rifiutare. Naturalmente, Choi Han non era in grado di dire no. Anche la fredda ma di buon animo Rosalyn alla fine decide di dare una mano fino alla fine.

Ovviamente, anche una persona simile aveva un punto debole.

“In ogni caso, signorino Cale, Sua Altezza il Principe ereditario, ahem, come già è a conoscenza, è stancante essere coinvolti con una persona simile.”
“Non ha bisogno di preoccuparsi. Ho intenzione di essere il più tranquillo possibile prima di tornare a casa. Non mi piace essere appariscente.

Cale rispose come se niente fosse. Tuttavia, realizzò che il silenzio aveva invaso la stanza dopo aver risposto. I gattini, On e Hong, Cage che stava male a causa del post-sbornia, e anche Taylor, che aveva un sorriso gentile sul volto. Stavano tutti fissando Cale.

“…Perché mi state guardando così?
“Mm. Sarà davvero possibile- no, non importa.”
“Niente.”

Sia Cage che Taylor fecero di no prima di guardare altrove. I gattini scossero semplicemente la testa. Cale iniziò a imbronciarsi e aggiunse.

“Anche se venissi coinvolto, la cosa che il signorino Taylor e la sacerdotessa-nim stanno pensando non accadrà.”

Taylor e Cage poterono vedere che Cale stava sorridendo. Il suo sorriso era così subdolo che sembrava un cattivo. Cale sorrise ai due prima di continuare.

“Ho anche io una bella parlantina.”

Il Principe ereditario tendeva a stare lontano dalle persone a sé simili. Era la sua diffidenza nei confronti di altri come lui.
Se il Principe ereditario era il tipo da elogiare le persone e usarle per le proprie necessità, Cale doveva solo comportarsi nella stessa maniera.
Venendo Cage osservare verso di lui con un’espressione che sembrava dire che stava meglio, Cale la guardò dritta negli occhi. Lei iniziò poi a parlare.

“Penso che questo aspetto le doni, signorino Cale. Sembra molto diabolico.”
“È meglio che sembrare una persona buona.”

‘Lo sapevo.’

Cage annuì e sembrò aver confermato qualcosa, ma a Cale non interessava. Invece, spostò la tendina della finestra e guardò fuori.

Sembravano essere abbastanza vicino all’entrata della capitale adesso. L’entrata a cui la carrozza di Cale si stava dirigendo verso era un’entrata differente da quella che i cittadini usavano. Era diretto verso l’entrata per i nobili che gli avrebbe permesso di passare più velocemente.

“La capitale è davvero diversa.”

Ciò fu quello che Cale disse in base a quello che poteva vedere attraverso la finestra. Taylor sembrò comprendere perché Cale si sentisse in quel modo e annuì con la testa.

“Il Regno di Roan è il regno dei ‘massi’.”

Cale poteva vedere le larghe mura che circondavano la capitale. Vi erano molte diverse sculture sulla parete.
Il Regno di Roan era piuttosto unico. Non solo era la più grande risorsa di marmo del Continente occidentale, ma le aree nord-occidentali e occidentali del Regno di Roan avevano molto granito. Ecco perché era chiamata la Terra dei Massi.

Se viaggiavi verso nord, la maggior parte delle vette delle montagne erano fatte di granito. Il Regno di Roan aveva molte Montagne Rocciose.

Taylor continuò a parlare, come se si fosse improvvisamente ricordato qualcosa.

“Se studiate le storie antiche, ci sono molte storie legate alle ‘rocce’, anche prima ancora che il Regno di Roan esistesse. Una di queste dice che questa terra ha un guardiano simile alle rocce.”

Il Regno di Roan si trovava a nord-est del Continente occidentale.

“Era un guardiano in grado di proteggere ogni cosa da ogni genere di attacco. Quando l’oscurità discese sul continente, il guardiano fu l’unico che si oppose ad essa.”

Vi erano molti differenti miti sulla fine dei tempi antichi. Potevi sentire un sacco di storie diverse mentre viaggiavi per il continente.
Alcune dicevano che la fine dei tempi antichi fosse giunta con il calare dell’oscurità e che alcuni eroi fossero riusciti a sconfiggerla, altre ancora dicevano che fosse terminata perché le persone fossero gelose dei rispettivi poteri e che lottarono per il controllo. Infine, alcune dicevano addirittura che un dio così arrabbiato aveva distrutto tutti gli esseri viventi.
La storia che Taylor stava narrando adesso era una di quei tanti miti.

“Taylor, sembra che le piaccia quella storia?”

Taylor annuì alla domanda di Cage.

“Sì, infatti.”

Taylor si volse a osservare Taylor. Taylor aveva sempre avuto un corpo fragile, anche prima che le sue gambe rimanessero paralizzate. Taylor si accarezzò le ginocchia e continuò a parlare.

“Il guardiano si dice che fosse rimasto risolutamente immobile, come una roccia, anche quando il suo corpo aveva iniziato a cedere. Ecco come lui fu in grado di proteggere le persone e la terra di questa zona nord-orientale, ricoperta di rocce.”

Vi erano diversi concetti nelle storie a riguardo dell’oscurità che era calata sul continente.
Quando l’oscurità era apparsa al centro del continente, altri miti avevano discusso i racconti di questi eroi che l’avevano combattuta. Tuttavia, il protagonista in quella di cui Taylor stava parlando si focalizzava sul proteggere.
Taylor considerava un simile individuo un eroe.

“Un’esistenza simile non potrebbe sopravvivere oggigiorno. Ecco perché mi piace questo mito così tanto.”
“Ma non sembri crederci?”

Taylor annuì alla domanda di Cage.

È molto raro vedere qualcuno ferirsi così gravemente per proteggere qualcosa.”
“Sono d’accordo.”

Cale annuì, concordando, all’affermazione di Taylor. Una cosa era proteggere te stesso, ma questo guardiano aveva protetto altri e il territorio nord-orientale? Cale non la capiva una logica simile.

“Ma è la prima volta che sento questa storia in particolare.”

Cale aveva letto ogni genere di leggenda e mito che riguardava i poteri antichi quando stava leggendo il volume 5 de [La Nascita di un Eroe]. Tuttavia, questa era la prima volta che sentiva di un guardiano roccioso del Regno di Roan.

“Probabilmente è perché non è molto popolare. L’ho trovata solo ricercando in mezzo a testi antichi per informazioni sui poteri antichi. L’ho detto anche a Cage.”

Cale annuì ancora, e abbassò la tenda di nuovo. Poi tirò fuori un ciondolo rotondo dal proprio taschino e lo tirò verso Taylor.

“Preparati.”

Taylor e Cage annuirono entrambi e si tennero per mano con il ciondolo al centro di entrambe le loro mani. Lo strumento magico iniziò ad agire. Cale lasciò andare un sospiro e afferrò una bottiglia dall’angolo della carrozza.

Un attimo dopo, la carrozza si fermò fuori dall’entrata per i nobili, e Cale poté sentire la voce del vicecapitano così come la quella di qualcun altro.

Knock knock knock.

“Signorino, la guardia della capitale vorrebbe controllare i passeggeri.”

Bang.

Il piede di Cale calciò la porta della carrozza, aprendola. Poté vedere l’espressione rilassata del vicecapitano, così come quella ansiosa della guardia della capitale. Cale aveva una bottiglia in una mano e un bicchiere pieno di alcol nell’altra, e guardò verso la guardia.

“Fa pure.”

L’interno della carrozza era invaso dall’odore dell’alcol. La faccia estremamente arrossata di Cale e questo tanfo resero ben chiare che lui stesse bevendo dalla notte precedente.

Benché mancasse ancora una settimana al festival, molti nobili avevano già oltrepassato quest’entrata. Due delle guardie della capitale guardarono dentro la carrozza ogni volta per effettuare un’ispezione rapida. Tuttavia, la guardia non aveva mai visto niente del genere prima d’ora. Il vicecapitano sorrise gentilmente alla guardia, e iniziò a parlare.

“Il nostro signorino cura i postumi della sbornia bevendo ancora più alcol. È qualcuno che ha raggiunto la vetta su come superare un post-sbornia.”

Cale guardò verso la guardia ansiosa e il vicecapitano che stava cercando di complimentarlo nel miglior modo possibile, e iniziò a pensare.

‘Ah, questo è stancante.’

Ecco perché disse quando segue.

“Non puoi sbrigarti?”

La guardia chiamò un suo collega per ispezionare la carrozza, piena di bottiglie vuote di alcolici, e diede l’approvazione.

“Sembra tutto in regola.”

Il vicecapitano chiuse lentamente la porta mentre la guardia invitava Cale.

“Benvenuto alla capitale.”

Creeak. Click.

La porta si chiuse completamente e la carrozza si fece strada attraversando l’entrata.

Cale sollevò il bicchiere pieno che aveva in mano e iniziò a parlare.

“A quanto pare, benvenuti alla capitale.”

Taylor, che non era più invisibile, iniziò a ridere mentre passava a Cale il ciondolo e riceveva un bicchiere.

“È passato un po’ da quando sono stato il benvenuto.”

Il gruppo di Cale era arrivato alla capitale.

*La versione inglese dice [“He is someone with a glib tongue.”]… non sapendo come tradurlo al meglio, ho optato per “parlantina”, anche se “persuasivo” era un buon sostituto. Se qualcuno sta già leggendo l’opera in inglese sa quanto questo sia un termine che spesso ricorrerà, quindi se aveste suggerimenti migliori essi sono bene accetti!

<< Previous Chapter | Index | Next Chapter >>

Bookmark(0)

No account yet? Register

2 Replies to “La Nullità della Famiglia del Conte – Capitolo 28 – Tu… (3)”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *